Il nuovo capo dell’Unhcr sarà l’italiano Filippo Grandi

Sarà l’italiano Filippo Grandi, a partire dal primo gennaio 2016, il nuovo capo dell’Unhcr, l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. La notizia è stata riferita dal portavoce dell’Onu Stephane Dujarric, dopo la designazione del Segretario Generale Ban Ki Moon. Grandi sostituirà il portoghese Antonio Gutierres, in carica dal 2005.

FILIPPO GRANDI, LA CARRIERA

Filippo Grandi, 58 anni, è un diplomatico milanese laureato in filosofia, da trent’anni è impegnato nella cooperazione internazionale e da 27 funzionario delle Nazioni unite. La sua carriera è iniziata nel 1984 come volontario del Catholic Relief Service nella Thailandia nord orientale. Dal 1988 al 2004, ha lavorato nell’Unhcr sia al quartier generale di Ginevra come capo di gabinetto degli alti commissari Ruud Lubbers e Sadako Ogata che sul campo in Paesi come Sudan (nel Gedaref), Iraq dopo la prima guerra del Golfo, Afghanistan e nella regione dei Grandi Laghi in Africa Centrale.

Nell’ottobre 2005 si era trasferito in Medio Oriente come vice Commissario generale dell’Agenzia per il Soccorso e l’Occupazione (Unrwa), agenzia di cui nel 2010 ha preso il timone.

UNHCR, NEL 2015 60 MILIONI DI RIFUGIATI

La designazione di Filippo Grandi arriva durante la più grande emergenza profughi dalla Seconda Guerra Mondiale. Guterres, infatti, lascerà l’incarico alla fine dell’anno dopo aver gestito la cifra record di 60 milioni di rifugiati che stando all’Unhcr rappresentano una cifra record, superiore ai 50 milioni fuga durante il secondo conflitto mondiale.

Share this post

call-to-action-infografica-migranti-e-rifugiati-2017